Quali sono i cibi velenosi per il cane?

Quante volte ti hanno detto: “ Non dare da mangiare al cane a tavola!”. Offrire...

Quante volte ti hanno detto: “ Non dare da mangiare al cane a tavola!”. Offrire il cibo che mangiamo a pranzo e a cena al tuo cane non significa solo dargli delle cattive abitudini, ma equivale a mettere a rischio la sua salute. Molte volte, é una questione di vita o di morte. Scopri qui quali sono i cibi velenosi per i tuoi animali domestici.

Attento alle 3 C

Qualsiasi sia l’animale domestico che hai in casa, evita che possa avere accesso a: cioccolata, caffé o caffeina. Questi cibi sono ricchi di xantine, alcaloide tipico del frutto della “coffea arabica” e del seme di “teobroma cacao”. Se ingeriti, cibi ricchi di xantine possono essere mal tollerati dagli animali e provocare: vomito, dissenteria, sete eccessiva, convulsioni e morte. Fai in modo che il tuo animale domestico ne stia lontano, e insegnalo a tutti quelli che gli stanno vicino.

Alcol

Non esiste situazione in cui l’acol possa portare dei benefici alla salute degli animali domestici. Insegnalo soprtattutto ai tuoi figli e ricorda che l’alcol, se somministrato agli animali domestici, può avere effetti collaterali come: vomito, dissenteria, complicazioni respiratorie, brividi e in gravi casi può essere causa di morte.

Avocado

Tutti amano managiare questo frutto! Se pensi che tutte le proprietà benefiche dell’avocado valgano anche per gli animali, però, ti sbagli. Ogni parte dell’avocado, dalle sue foglie, al frutto stesso, é altamente velenosa per cani, volatili e roditori. Se ingerito, l’avocado può essere causa di difficoltà respiratorie e altre gravi complicazioni come la formazione di acqua nei polmoni dell’animale.

L'avocado, must-have della dieta sana é tossico per i cani Condividi il Tweet

Uva

Ogni tipo d’uva, da quella secca a quella matura, può causare disturbi ai reni negli animali domestici. Non pensare che sia una questione di quantità: anche solo un acino d’uva é sufficiente. Porta subito dal veterinario il tuo cane se ti accorgi che ha ingerito dell’uva. Normalmente i sintomi di malore sono vomito e dissenteria.

 

blog

 

Noci di Macadamia

Estremamente velenose per i cani, le noci di Macadamia possono causare malessere e a volte portare alla morte del cane. Anche se consumate in piccole quantità, sono causa di: vomito, brividi, tachicardia, e paralisi delle zampe. Porta subito dal veterinario il tuo cane se ti accorgi che ha ingerito delle Noci di Macadamia.

Lievito

Da bravi italiani, molti di noi adorano cucinare pizza e pane in casa. Il lievito, che fa crescere delle belle pagnotte e pizze però… ha lo stesso effetto sull’organismo del cane. L’espansione del lievito all’interno degli organi dell’animale, può compromettere il funzionamento degli stessi e portare all’ulcera. Una volta che i cibi sono cotti, il lievito non é di certo pericoloso per il cane. Tuttavia, quando cucinate, tenetelo lontano dagli impasti.

Frutta col nocciolo

La frutta col nocciolo é molto pericolosa per gli animali domestici, che non sono abituati a separare i noccioli dalla polpa. Se ingurgitati, i noccioli possono ostruire le vie intestinali dell’animale. Fai attenzione che il cane stia alla larga dai noccioli di pesca e prugna, e dai semi della mela. I semi della mela, infatti, contengono cianuro e sono tossici. Quando cibi il tuo animale domestico con la frutta, fai in modo che sia tagliata in piccoli pezzi ben digeribili. Separa i semi e il nocciolo dalla polpa del frutto. Per una maggiore sicurezza, getta i semi o i noccioli della frutta in una busta, lontana dalla portata dell’animale.

Sale

Come accade per gli uomini, il consumo eccessivo di sale non é consigliato neanche agli animali domestici. Questo, può essere causa di ipersodiemia, anche conosciuta come intossicazione da sale.

Latticini

Nonostante cani e gatti siano noti amanti del latte e dei suoi derivati, faresti meglio a non somministrarglieli. Il metabolismo degli animali é capace di assorbire naturalmente solo il latte della loro specie. Il latte che consumiamo, se somministrato agli animali, potrebbe essere causa di malessere e di intolleranze al lattosio. Se il tuo animale domestico é un fan del latte e derivati, somministragli prodotti affini, che siano specifici per gli animali domestici.

Ossi

Gli ossi da sgranoccchiare sono un gran passatempo del cane. Tuttavia, non tutti gli ossi sono privi di rischi. Se cucinati, sono fragili e potrebbero spezzarsi durante la masticazione. Ossi di piccola taglia, come quelli dei polli, potrebbero addirittura venire ingoiati tutti interi. In entrambi i casi, una volta ingeriti, causano ulcere allo stomaco del cane.

Cibi velenosi: cosa faccio in caso di somministrazione?

Il modo in cui gli animali fanno esperienza del mondo é attraverso i sensi. Se l’odore del cibo é invitante, il cane o il gatto non esiterà a precipitarcisi. Per questo, é bene che tu sappia distinguere i cibi velenosi da quelli commestibili. Dimentica quell’abitudine di cibare il tuo cane o il tuo gatto con i resti del pranzo. Questo, ti eviterà di incorrere in pericoli facilmente evitabili.

Adesso hai imparato a distinguere i cibi velenosi da quelli commestibili. Per tutte le evenienze, tieni i contatti della Guardia Medica Veterinaria e del tuo veterinario sempre a portata di mano e chiedi aiuto al minimo comportamento sospetto. Ricorda che in caso di avvelenamento da cibo, prima agisci e prima riporti in salute il cane.

Adattato da un articolo di Amber Kingsley

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *