Skip to main content
cane che si comporta male

Ho un cane che si comporta male: come fare?

La buona educazione del cane aumenta la sintonia cane-padrone, ed ogni padrone dovrebbe curarsene. Ma cosa vuol dire esattamente quando un cane è educato o maleducato ?

Ce lo dicono le 8 regole del galateo canino.

Il manuale che dalla metà del 1500 definisce quale sia il comportamento che gli uomini educati debbano tenere, è ripensato qui per i nostri amici cani. Ed ecco nato il galateo canino, o le 8 norme utili per orientare i padroni riguardo al livello di educazione del proprio cane.

Il galateo del cane:

Un cane è educato quando:

1. Saluta in maniera composta

Capita soprattutto con i cuccioli, ma è tipico di tutti i cani felici di ricongiungersi con il padrone, di dare il benvenuto a casa saltandoci addosso! Un cane educato, però, è quello che saluta i membri della famiglia, gli amici, e gli sconosciuti sempre in maniera composta.

2. Allerta il padrone

Da sempre i guardiani dell’uomo, i cani sono ancora oggi delle fedeli sentinelle. Ma ciò che fa di un cane un aristocane è la sua capacità di smettere di abbaiare dopo aver correttamente dato un’allerta.

Non appena gli viene intimato di smettere di abbaiare, il cane obbedisce al padrone, arresta l’abbaio, e torna in tranquillità. Concorda con il cane un comando specifico: solo così sarai in grado di riportare la quiete nel vicinato quando a voler entrare in casa…è in realtà solo un conoscente!

3. Rispetta i comandi di base

Addestramento cani: tutti i trucchi

“Vieni, seduto, terra, resta, e piede” sono i comandi di base che ogni cane dovrebbe conoscere e rispettare.

4. Non tira al guinzaglio

Sin da giovane il cane deve imparare a non tirare al guinzaglio. Questo aiuta il padrone e il cane a godere delle passeggiate giornaliere, diminuisce lo stress ed è un bel vedere quando si va in passeggiata.

Un localizzatore come Tractive GPS è sempre consigliabile quando si va in passeggiata con un cane vivace: non sai mai dove possa dirigersi se accidentalmente dovesse sfilarsi dal collare!

5. Non abbaia ad altri cani

Attenzione! Questo atteggiamento potrebbe essere causato della poca sensibilità del padrone. Il cane che abbaia ad altri cani o gatti lo fa per difendersi. Il cane è stressato, o ha paura.

Non appena il cane si dimostra stressato (drizza il pelo, incomincia a tirare…) cambia direzione per distrarlo. Il tuo obiettivo è di farlo calmare prima che incominci ad abbaiare ad altri animali.

6. Non elemosina da sotto il tavolo

A volte capita che facciamo assaggiare il nostro cibo al cane. Tuttavia, ogni volta che siamo sul punto di farlo, sarebbe bene ricordarsi che non tutti i nostri alimenti sono nutrienti per i cani. A volte si corre davvero il pericolo di avvelenare il cane.

> Leggi anche: Ecco qual è il cibo velenoso per il cane

Se si hanno ospiti poi, il cane che non elemosina dal piatto provoca un sentimento di rispetto nei confronti dell’animale e anche di apprezzamento.

7. Educato fuori porta

Al bar o al ristorante, il cane educato rimane tranquillo sotto il tavolo senza elemosinare cibo. Buona norma è di assicurarsi sempre che il locale accetti animali. Fai in modo che abbia mangiato e completato i propri bisogni prima di raggiungere il locale e chiedi una ciotola d’acqua una volta lì.

Restare fermo sotto al tavolo è un vero sforzo per ogni animale: pensaci e prevedi delle corte intermittenze fuori dal ristorante con il cane.

8. Non morde

Mordere è un’azione naturale del cane che sin da cucciolo fa esperienza per via orale. Tuttavia, mordere frequentemente potrebbe anche essere il sintomo di stress o di paura. Fai attenzione al linguaggio del corpo del cane e fai caso ai cambiamenti di carattere repentini.

Il galateo in sintesi

E il tuo?

Controlla se il tuo cane rispetta le 8 norme del galateo canino. Se così non fosse, potrebbe essere un maleducato. Ma…niente paura, la consapevolezza è il primo passo verso la rieducazione.


Come si comporta il tuo? Diccelo con un commento sui social di Tractive:

 

Laura

Laura

Nel tempo libero, Laura presta aiuto nei canili. Lì ha imparato a conoscere e ad amare gli animali. A casa due gatti e con una passione per la scrittura, condensa la sua pluriennale esperienza con gli animali domestici nel blog di Tractive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *